12 febbraio 2024

11 febbraio, Giornata Mondiale del Malato, Mandelli (Fofi): “La relazione di fiducia che lega i farmacisti ai pazienti è un valore nel percorso di cura”

In occasione della XXXII Giornata Mondiale del Malato che si celebra domani, la Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI) esprime la vicinanza di tutta la categoria alle persone che vivono l’esperienza della malattia e ai loro familiari, sottolineando il valore della relazione di cura e di fiducia che lega i farmacisti ai pazienti e alle comunità, coerente con il tema della Giornata di quest’anno “Curare il malato curando le relazioni”.

“La conoscenza e la relazione sono alla base del nostro lavoro quotidiano di farmacisti, in tutti gli ambiti in cui esercitiamo la professione, sul territorio, negli ospedali, nei settori della ricerca e dell’industria, per garantire cure di qualità e la migliore assistenza possibile ai pazienti”, dichiara Andrea Mandelli, presidente FOFI. “Mettere al centro il paziente e i suoi bisogni significa esercitare un ascolto attivo, orientarlo nel percorso di cura, informarlo sulle terapie per renderlo più consapevole e aderente ai trattamenti. È in queste azioni che si esprime il senso profondo del nostro essere al servizio della salute delle persone, in tutti i presìdi del Servizio sanitario in cui siamo presenti, offrendo le nostre competenze umane e professionali e lavorando in stretta sinergia con gli altri professionisti dell’area sanitaria”. “Questa Giornata – conclude Mandelli – è anche un momento di riflessione sulle sfide che affrontano ogni giorno le persone malate e le loro famiglie, e sulle risposte che il sistema sanitario è chiamato a dare ai cittadini per tutelare un valore fondamentale come la salute, obiettivo per il quale i farmacisti sono da sempre in prima linea, perché nessun paziente venga mai lasciato solo”.