Punto Effe 15 - 13 ottobre 2011


Condividi su:

In questo numero:

Editoriale
Vie di fuga

A un recente incontro a Milano con un gruppo di titolari di farmacia che, come sostengono loro stessi, «stanno cercando vie di fuga» e di cui vi racconteremo nel prossimo numero, sono emerse due importanti questioni. La prima è l’assoluta consapevolezza che lo scampato pericolo estivo, di cui parliamo anche a pagina 20, sia assolutamente precario e quindi la farmacia sarà a breve travolta da cambiamenti radicali. Sicuri di questo - ed è il secondo punto che è stato focalizzato nella discussione - si devono mettere in campo subito strategie per limitare i danni. Ora, immediatamente, non quando i buoi saranno scappati.
Se si prende la decisione di non vendere la farmacia - ipotesi che da agosto tormenta molti titolari - si deve operare su due fronti: la propria azienda e il rapporto con le istituzioni.
Per quel che riguarda la propria farmacia, non si può più prescindere dal controllo minuzioso e continuo del conto economico, da acquisti più ragionati e gestione accurata del magazzino, dalla consapevolezza che un collaboratore deve essere sicuramente valorizzato ma soprattutto deve garantire un determinato margine, non soltanto fatturato. Durante la riunione milanese si è parlato addirittura di sistemi informatici che consentono di conoscere il margine garantito da ogni collaboratore ogni ora.
Per quel che riguarda il rapporto con le istituzioni, invece, ai singoli titolari che confessavano il loro scarso interesse per il sindacato, manifestando però grandi preoccupazioni per il futuro della categoria, è stato ricordato che Federfarma è senza dubbio espressione della “base”. Una “base” finora inerme - anche per convenienza - di fronte a scandalosi ritardi nei concorsi in alcune Regioni, a commessi al banco in camice bianco che dispensano consigli sull’assunzione di un farmaco - ho assistito di recente a questa scena in una farmacia in centro a Milano - il cui risultato è stato aumentare il disagio all’interno della categoria e far nascere espressioni esagerate riferite ai titolari, come «casta», «rendite di posizione», «ingiustizia sociale».
Sono stati fatti errori imperdonabili nell’ultimo decennio. Non siamo riusciti a far comprendere che la pianta organica e il numero chiuso delle farmacie non significano rendita vergognosa di pochi ma salvaguardia del servizio farmaceutico capillare sul territorio. Abbiamo sbagliato a non far capire alle istituzioni che l’attuale sistema delle farmacie è una risorsa preziosa, non un freno alla crescita del Paese. Le parole però non bastano più. Mio padre a 41 anni ha vinto a concorso una farmacia, dopo una breve esperienza come collaboratore e una decina d’anni nell’industria farmaceutica. Conoscete qualcuno della mia generazione, di nati negli anni Sessanta, che abbia ottenuto lo stesso risultato? E che dire dei collaboratori che, anche secondo un recente studio francese pubblicato da Le Quotidien du Pharmacien, sono tra i peggio pagati d’Europa?
Ci vuole serietà. Per evitare di essere travolti da ennesime manovre assurde - come il “liberi tutti”, oppure la sanatoria delle parafarmacie o l’abolizione dell’ereditarietà - facciamoci promotori di un drastico riordino con abbassamento del quorum, con concorsi nazionali se quelli regionali non si svolgono, e si introduca l’idoneità obbligatoria con esame anche per i figli dei farmacisti. Se si eredita un’azienda farmacia, almeno si debba superare una prova per poterne diventare titolare. E richiediamo a gran voce provvedimenti drastici - perdita della concessione?- contro chi ancora tiene i commessi al banco. Basta chiacchiere, l’unica via di fuga è, con decenni di ritardo, tutelare l’intero sistema con un riordino serio, guardare oltre la vetrina della propria farmacia e del proprio microcosmo, in un mondo che sta radicalmente cambiando.

Laura Benfenati

Parliamone tra noi
Questa farmacia

Nell’annoso dibattito sul riassetto del sistema italiano, si è tornati a parlare di titolarità ai non farmacisti. Vediamo come si divide l’Europa sul tema

Parliamone catene
Un bilancio
in attivo

Nata a fine 2008, InFarmacia FarmaNetwork è un’organizzazione in crescita costante che privilegia la comunicazione e i servizi

Parliamone per lettera
Pareri a confronto

“Per quanto mi riguarda non mi innamoro di una proposta piuttosto che di un’altra, penso che il primo filtro/requisito debba essere la realizzabilità pratica della proposta nel contesto dato”

Dal mondo

  • VACCINO HPV: BASTANO DUE DOSI
    Secondo un recentissimo studio americano del National cancer institute sono sufficienti una o due dosi di vaccino per prevenire le infezioni da papillomavirus.
  • FRANCIA: ALTI MARGINI DEL GENERICO
    Le molecole di nuova introduzione nel registro dei generici inaugurano una serie di promesse di grosse cifre di guadagno e di margini.
  • SPESA SANITARIA SPAGNOLA IN CALO
    Dai dati di luglio resi pubblici il 7 settembre dal ministero della Sanità spagnolo si conferma un inversione di tendenza.

Parliamone interventi
L'abbiamo scampata?

I pregiudizi di certi editorialisti e i luoghi comuni sulla professione vanno respinti, ma occorre ammettere che un riordino del settore è stato per troppo tempo rinviato. Considerazioni post Finanziaria

Primo piano intervista
Per essere sicuri

Causa importante di morbosità e di mortalità nella maggior parte dei Paesi industrializzati, gli incidenti domestici, secondo l’Oms, non risparmiano alcuna fascia d’età e sono la prima causa di morte per i bambini. Ne parliamo con Alessio Pitidis, dell’Istituto superiore di sanità, che ha curato i testi del nuovo Calendario della Salute

Primo piano attualità
Ma quanto vale
la salute?

Tanto per il Servizio sanitario nazionale e, soprattutto, per i cittadini. Da un’indagine Ispo su un campione di 800 italiani maggiorenni, risulta che per il 61 per cento degli intervistati è il valore più importante nella loro vita, in seconda posizione dopo la famiglia

Primo piano comunicazione
Ha la ricetta?

Da questo numero troverete periodicamente dialoghi simulati ma molto realistici con i clienti: nati dalla collaborazione tra un farmacista e un esperto di comunicazione, ci aiutano a comprendere quanto è migliorabile l’approccio quotidiano al banco della farmacia

Progetto extrafarmaco
Gli alimenti
per l'infanzia

Pur continuando a tenere nel canale farmacia, il trend delle vendite ha, negli ultimi anni, subìto pesantemente la concorrenza della Grande distribuzione. Mantengono salda la loro posizione latti speciali e di crescita e omogeneizzati di carne e di pesce

Primo piano omeopatia
La cistite

La sintomatologia è fastidiosa, irritante e dolorosa. In attesa della valutazione dell’antibiogramma, si può dare inizio a una strategia terapeutica efficace ricorrendo ai rimedi omeopatici che meglio si adattano alla situazione personale del cliente

Primo piano aggiornamento
Qualcosa di nuovo
per il dolore

Da questo numero prende il via la nuova rubrica di galenica, con il contributo dell’Università di Camerino. Con l’intento di supportare in maniera efficace l’opera sempre più preziosa del farmacista preparatore, vera e antica anima del mestiere. Partiamo con le tecniche di solubilizzazione e gli effetti sui sistemi biologici

Primo piano cosmesi
Andare oltre

La bellezza della pelle è conseguenza di una condizione di benessere generale. Per questo i Laboratoires Lierac hanno messo a punto il Centro diagnosi dermocosmetica, un innovativo sistema di analisi di viso e corpo che punta sul valore del consiglio personalizzato

Primo piano legale
San Luca,
pensaci tu

Nell’area sanitaria tutti gli specializzandi sono uguali, ma i medici sono più uguali dei farmacisti. Perché?

Primo piano fiscale
Manovra?
Parliamo d’altro…

Una recente risoluzione ministeriale ci offre l’assist per tornare sul tema dell’aliquota Iva: non quella ordinaria, di recente portata al ventuno per cento, bensì quella agevolata al quattro per cento per gli ausili e le protesi

Farmanews
Apixaban
meglio di warfarin

Oggetto di un trial clinico complesso e molto esteso, il nuovo inibitore del fattore di coagulazione si è rivelato una promessa nella prevenzione della trombosi venosa e di altre serie complicanze in ambito ortopedico

Iniziative
Ricomincio da cento

Al via la quinta edizione degli incontri a tema organizzati dalla Farmacia Europa di Cassino. Regole di buona salute ma anche oncologia e malattie rare tra gli argomenti trattati. In più, un convegno organizzato con un liceo locale

Tra le righe

  • Una diversa follia
    Riuscire a vivere (e bene)
    con il disturbo bipolare II

    Karla Dougherty
    Sperling & Kupfer, 2011
  • Terronismo
    Marco Demarco
    Rizzoli, 2011

Dai palazzi
Tempi di attesa:
un’indagine Agenas

Di notevole interesse la ricerca effettuata dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali su “I tempi di attesa nei siti web di Regioni e Aziende sanitarie: la prospettiva del cittadino”.

Spigolature
Una campagna
contro il glaucoma

Un poster, un quaderno a fumetti, un cortometraggio. Questi i tre strumenti della campagna “Guardiamoci negli occhi”, ideata per favorire il dialogo e la relazione tra oculista e paziente. Lo scopo? Combattere il glaucoma presto e bene.

Dalle aziende
Se lo conosci, lo scegli

Prosegue la campagna educazionale di Teva sul farmaco equivalente, con materiali informativi e didattici sui temi di salute più diffusi

Dalle aziende
Biosinergia
contro le ferite

Per coadiuvare i processi di guarigione delle lesioni cutanee, Fidia Farmaceutici presenta un innovativo spray che associa l’attività riparatrice dell’acido ialuronico alle proprietà antibatteriche dell’argento

Lavori in corso

  • MOBIL M fa della progettazione commerciale degli spazi farmacia il suo punto di forza da almeno vent’anni, in diversi Paesi europei ed extraeuropei.
  • PHARMATHEK L’automazione per la supply chain nella sanità è la nuova sfida di Pharmathek. «L’esigenza di proporre nuove tecnologie per la logistica integrata nella sanità », spiega Alexander von Liechtenstein, presidente di Pharmathek, «nasce dalla consapevolezza che il processo di innovazione

Come eravamo
Medicamenti e ricette
nel primo Novecento

Sono gli anni dell’epidemia di malaria, della Spagnola, dell’introduzione dell’acido acetilsalicilico, delle difficoltà in tempo di guerra, delle leggi per la corretta gestione degli stupefacenti. Nascono le prime azioni di controllo perché il farmacista non abusi della professione

Consigli per le vendite
Qualità
per l’intestino

Fattori esterni o abitudini alimentari sbagliate possono minare l’equilibrio dell’ecosistema intestinale. Per migliorarne la funzionalità, un complesso di fermenti lattici specifico può essere la soluzione

Farmacisti di carta
Il minotauro

È un thriller sentimentale questo romanzo del 1980 dell’israeliano Benjamin Tammuz, ambientato in Palestina. Storia di un amore impossibile tra un agente segreto e una misteriosa ragazza