Punto Effe 14 - 29 settembre 2011


Condividi su:

In questo numero:

Editoriale
Maneggiare con cura

Diagnosi lucida e obiettiva, quella del collega Augusto Luciani, che potete leggere a pagina 16: troppo poco è stato fatto in questi anni per comunicare al grande pubblico in sala, e ai politici dietro le quinte della regia, quanto e come il servizio farmaceutico italiano rappresenti una “anomalia di sistema” per efficienza e contenimento dei costi in un panorama generale di sprechi e sperpero di pubblico denaro. Come altrimenti si potrebbe giustificare, a fronte di un sistema altamente efficiente e dai costi contenuti e monitorati, la scelta politica di affidare alla distribuzione diretta delle Asl una quota di farmaco arrivata a toccare oggi più del 30 per cento della spesa farmaceutica totale? La contraddizione salta agli occhi e occorre rapidamente capire dove e quando abbiamo sbagliato a (non) far comprendere alla pubblica amministrazione e alla platea degli utenti quanto spreco e quanto disagio al paziente avrebbe causato tale infelice scelta.
Nel paragrafo delle opportunità storiche, Luciani redige un elenco di punti sui quali concordiamo pienamente ma certe aperture hanno il sapore delle cose di una volta e l’immagine del centrotavola ricamato all’uncinetto dalla nonna. Rassicurante, confortante, ma troppo visto e sentito per poterlo presentare come momento di discontinuità con il passato. Il “concorsone”, con punteggio di favore per i titolari di parafarmacia, è un’ingiustizia giuridica, non avendo questi colleghi alcun merito professionale nell’aver aperto un negozio e finirebbe schiacciato sotto la valanga di ricorsi; di sedi portuali e aeroportuali si sente parlare da un’eternità e non sarà la pur sacrosanta e sin troppo rimandata apertura di 3.000 farmacie a spegnere le periodiche folate di liberismo nel settore. I tempi vissuti dalla farmacia sono tali da imporre scelte coraggiose e di fondo, cavarcela con qualche pannicello caldo salva il presente, ma non offre alcuna garanzia per il futuro. Non possiamo più permetterci di vivacchiare alla giornata senza alzare lo sguardo almeno al dopodomani della farmacia, pena l’essere bruciati nel nostro immobilismo dai gas di scarico delle liberalizzazioni.
In materia di apertura al capitale, abbiamo il massimo rispetto degli autorevoli esponenti di categoria che hanno espresso il loro parere positivo, dubitiamo che sia nelle loro intenzioni ridurre il farmacista a semplice esecutore di ordini provenienti da un amministratore delegato di una qualche multinazionale, magari della distribuzione intermedia; coltiviamo invece la certezza che la figura del farmacista resti sempre e comunque centrale e prioritaria a qualsiasi interferenza di soggetti magari più sensibili al profitto che alla professione. Siamo quindi certi che, se ingressi di capitale potranno esserci, non saranno mai in grado di indirizzare la guida tecnica ed economica della farmacia, godendo solo ed esclusivamente di quote di assoluta minoranza. In caso contrario, anche a volersene infischiare della sentenza della Corte Europea sull’argomento, non faremmo altro che far rientrare dalla finestra quel liberismo commerciale che è stato appena messo alla porta con l’emendamento Battaglia.
La liberalizzazione del farmaco è infatti infinitamente più pericolosa per la salute pubblica e per il mantenimento dell’attuale servizio, rispetto a quella della professione. L’ingresso di capitali speculativi, esuberanti rispetto alla quota minoritaria cui accennavamo, è un’ipotesi da maneggiare con cura, potrebbe stravolgere quegli equilibri che stiamo oggi faticosamente difendendo.

Maurizio Bisozzi

Parliamone tra noi
Comuni e farmacie
in Italia

Uno studio finalizzato a mettere ordine sulle troppe approssimazioni, spesso spacciate per verità assolute, che non reggono se sottoposte al vaglio delle verifiche

Parliamone concorsi
Benvenuti al sud

Quarta tappa del nostro viaggio nel pianeta assegnazioni. Due anni e mezzo in Puglia per portare a compimento una gara, quattro in Basilicata e ancora non si sono aperte le prove. E in Giappone in sei mesi hanno ricostruito il Paese

Parliamone interventi
Una proposta sintetica

La necessità di una task force che metta mano, in un frangente difficile per il Paese, alla modernizzazione del sistema farmacia, mantenendone i capisaldi ma senza pregiudizi verso eventuali novità, capitale compreso

Parliamone per lettera
Una bella domenica

“Socio di una coopertiva di farmacisti da trent’anni, già apprezzo quotidianamente sul campo la cura nella scelta di prodotti di ottima qualità, con scadenze controllate accuratamente e buoni prezzi. Ma quest’estate sono stato veramente felice e soddisfatto di aver fatto questa scelta”

Dal mondo

  • FARMACISTI FRANCESI IN RIBASSO
    Isabelle Adenot, presidente dei farmacisti francesi, lamenta un calo di iscrizioni all’Ordine.
  • TEST DELLA LONGEVITÀ NELLE FARMACIE INGLESI
    Non è fantascienza, è un test del sangue in grado di predire l’età biologica e il tempo di vita restante.
  • SVILUPPO DI UN FARMACO: QUANTO COSTA?
    È una revisione sistematica quella che si propone di valutare le spese sostenute per lo sviluppo di nuovi farmaci
  • SPAGNA: MISURE PER RIDURRE LA SPESA FARMACEUTICA
    Si propongono di risparmiare 2,4 miliardi di euro all’anno le misure adottate dal governo Zapatero per ridurre la spesa farmaceutica.
  • MULTA A GOOGLE PER PUBBLICITÀ ILLEGALE SUI MEDICINALI
    Per calmare la tempesta suscitata da un’inchiesta americana sulla pubblicità on line di farmaci, il noto motore di ricerca Google ha accettato di pagare una sanzione esemplare da 500 milioni di dollari
  • SCREENING MIGLIORE PER IL CANCRO AL COLON
    Prevista già nel 2008, la transizione verso l’immunodosaggio è ancora in fase di stallo.

Primo piano intervista
Le parole chiave?
Innovazione e servizi

Msd è fortemente orientata alla ricerca e allo sviluppo di nuovi prodotti ma non dimentica i servizi da offrire al paziente, alla classe medica e ai farmacisti. Ce ne parla Pierluigi Antonelli, da pochi mesi al timone della consociata italiana di Merck, che annuncia anche un accordo con Idi Farmaceutici

Primo piano attualità
Ricetta elettronica.
Sì, ma quando?

Il ministro Brunetta vorrebbe tutte le prescrizioni on line entro il 2012, un traguardo praticamente impossibile. Serve una rete robusta e dalla banda più che larga, larghissima. L’infrastruttura dovrà infatti supportare migliaia di consultazioni al minuto

Primo piano marketing
I fitoterapici
in farmacia

Un reparto, quello del naturale, su cui puntare per recuperare redditività, considerato il margine lordo che è in grado di generare. Ma esistono ancora ampi margini di miglioramento

Primo piano nutrizione
Proprietà biologiche

Una pianta erbacea dalle potenzialità terapeutiche trasversali: agli usi tradizionali come coleretica, colagoga e disintossicante, si affiancano le nuove indicazioni come ipolipemizzante, antiaggregante piastrinico e, più recente, antitumorale

Primo piano fitovigilanza
Estratti per obesità
e sovrappeso

La facilità con cui è possibile acquistare i prodotti di origine vegetale, le loro vantate proprietà dimagranti e la presunta sicurezza rendono questi preparati desiderabili per la popolazione in sovrappeso, che preferisce ricorrere all’autotrattamento piuttosto che ai consigli del medico

Primo piano galenica
Basi razionali
per lo sviluppo
di formulazioni galeniche

Da questo numero prende il via la nuova rubrica di galenica, con il contributo dell’Università di Camerino. Con l’intento di supportare in maniera efficace l’opera sempre più preziosa del farmacista preparatore, vera e antica anima del mestiere. Partiamo con le tecniche di solubilizzazione e gli effetti sui sistemi biologici

Primo piano legale
Il grido

La farmacia non è un’attività soggetta ad autorizzazione ma una concessione, quindi non può essere liberalizzata. Semmai razionalizzata

Primo piano fiscale
Incubo di una notte

Il Dl 98/2011 ha introdotto una pesante modifica all’imposta di bollo sui depositi di titoli mobiliari. Il balzello, spropositato, colpisce le disponibilità finanziarie contenute nei dossier titoli possedute dalle persone fisiche e dalle aziende o società

Primo piano informatica
Vivere
a banda larga

Router, VoIP, Wi-Fi. Concludiamo la panoramica iniziata sul numero scorso, alla scoperta di alcune delle principali tecnologie entrate ormai a fare parte della quotidianità

Convegni
Cartolina da Rimini

Riflettori puntati sulla politica all’annuale Meeting dell’amicizia tra i popoli, in un agosto cruciale. Ma si è parlato anche di salute e di sanità, dai massimi sistemi al federalismo fiscale

Farmanews
Allenamento respiratorio
La nuova frontiera

In vendita in farmacia un dispositivo che, senza l’ausilio di medicinali, lavora al meglio sugli atleti e sugli sportivi, ma soprattutto è utile per chi soffre di asma o di deficit respiratori

Tra le righe

  • Far teatro per capirsi
    Walter Orioli
    Edizioni Ipoc, 2011
  • La preparazione al tirocinio
    professionale in farmacia

    Lucia Carletti, Romeo Salvi
    Volume edito dall’Ordine dei Farmacisti
    di Pesaro e Urbino, 2011
  • Cosa mangiamo
    La guida completa per conoscere segreti
    e proprietà di tutti gli alimenti
    Nicola Sorrentino, Allan Bay
    Mondadori, 2011

Spazio Verde
Sana la vita

Grande successo per la ventitreesima edizione della manifestazione bolognese dedicata esclusivamente al “bio” certificato e al naturale

Dai palazzi
A Bergamo un corso
sull’allattamento

Si tiene a Bergamo, il 2 e 23 ottobre prossimi, un corso di formazione per farmacisti sull’allattamento.

Spigolature
Alphega: nuove nomine
al vertice

Alphega Pharmacy, il network paneuropeo di farmacisti indipendenti sviluppato da Alliance Healthcare (divisione Pharmaceutical Wholesale di Alliance Boots) annuncia due nuove nomine al vertice.

Dalle aziende
Curare e guarire
Le ferite

Smith & Nephew, azienda fondata da un farmacista nel lontano 1856, forte di un portafoglio di prodotti innovativi, è oggi una delle aziende di riferimento nell’area medicazione

Dalle aziende
Successo
Senza macchia

Marchio di assoluto prestigio, Darphin entra nel cuore delle clienti che si avvicinano al reparto dermocosmetico della farmacia. Anche nel campo della lotta alle macchie cutanee la linea propone un prodotto specifico altamente efficace. E capace di fidelizzare

Lavori in corso

  • FLEX Negli ultimi anni, il mercato farmaceutico ha subito un’accelerazione notevole in fatto di offerta.
  • TH.KOHL In un momento caratterizzato da una continua erosione dei margini economici relativi alla gestione tradizionale della farmacia, diventa di fondamentale importanza strategica ripensare il layout della farmacia, così da arricchire l’esposizione merceologica e, nel contempo, proporre aree dedicate a servizi innovativi per la clientela.

Come eravamo
La fine del Seicento

La scoperta dell’eziologia acarica della scabbia, le dottrine dei sistemi e la rifioritura delle spezierie monastiche. Note sulla scienza medica preindustriale

Consigli per le vendite
Il prebiotico
integrato

L’acidità di stomaco, a lungo andare, causa seri danni a carico della mucosa gastrica. Un prodotto specifico può tamponarne l’eccesso e migliorare la qualità della vita

Farmacinema
Parking lot

Un lungometraggio girato in 3D a basso costo. Autore, Francesco Gasperoni, farmacista, tra le altre cose. Un personaggio poliedrico per il quale il cinema non è che uno dei mille interessi