Punto Effe 1 - 27 gennaio 2011


Condividi su:

In questo numero:

Editoriale
Cime Tempestose

Farmadeluso, il cui nome utilizzato nel forum è tutto un programma, nella lettera che pubblichiamo a pagina 10 sostiene che i titolari mentono sulle marginalità in calo e dimostra quindi una scarsa frequentazione della categoria. Noi che invece, come dice l’amico Bisozzi, viviamo di pane e farmacia - dieta pessima, secondo lui - iniziamo l’anno nuovo con qualche timore.
Preoccupazione numero uno: i conti, che a volte non tornano. C’è chi sa farli bene, in realtà, e chi invece li delega ai consulenti, con il rischio che questo comporta. A volte si ha la sensazione che in gestione ci sia ancora molto da imparare e che non sempre i titolari di farmacia conoscano nei dettagli il reale rendimento della propria azienda. Risultato: si sente sempre più parlare di farmacie insolventi, che non pagano i grossisti, decapitalizzate. Altro che menzogne sulle marginalità in calo.
Per quel che riguarda i rapporti con i distributori intermedi, per esempio, un amico titolare raccomanda massima attenzione e controllo accurato delle fatture: quasi tutti i grossisti, in modo diverso, hanno riversato, com’era prevedibile dopo le ultime manovre, oneri ulteriori sulle farmacie che dilazionano i tempi di pagamento. Questi balzelli a volte sono comunicati con trasparenza al titolare, altre volte no.
Altra nota dolente, il rendimento della squadra. Si è sempre sentito dire che un collaboratore deve garantire almeno un fatturato di 300.000 euro ma con la diminuzione dei margini che si sta registrando, secondo alcuni degli amici titolari questo non basta più. Capita però di imbattersi in farmacie con un numero spropositato di dipendenti rispetto al presumibile fatturato e di interrogarsi dunque sui loro effettivi utili a fine anno. E poi c’è il rapporto con le aziende, la gestione degli acquisti che deve essere rivista, la scelta dei prodotti da trattare, tutto sembra debba essere ripensato all’insegna certo del servizio e della professionalità ma anche della redditività, molto più di prima.
Ognuno trova le soluzioni più disparate a questo senso di incertezza, a questa crisi che incombe, a questa fine di anni “grassi”: c’è il titolare che apre la parafarmacia per preservare il proprio bacino d’utenza, scelta comprensibile, ma come la mettiamo se l’esercizio farmaceutico in evidente perdita erode anch’esso gli utili della farmacia? C’è anche chi fa scelte radicali e coraggiose e cambia addirittura farmacia, magari vendendone una con un fatturato costituito al 60 per cento da etico e al 40 per cento da “cassetto” e acquistandone un’altra che queste percentuali le ha invertite, a garanzia di un futuro più radioso, o almeno si spera.
Insomma, se il ministro Tremonti ha ribadito che la crisi non è ancora finita, parlando con i titolari di farmacia si ha l’impressione che per loro sia soltanto agli inizi.
E sarà dunque fondamentale tanto la compattezza della categoria nel fronteggiare i molteplici attacchi esterni - non se ne può più di sentire parlare di sanatoria o di uscita della fascia C dal canale - quanto lo sarà l’accortezza del singolo nel gestire la propria azienda. Punto Effe anche su queste tematiche sarà al vostro fianco con tutta una serie di nuove iniziative che vi presenteremo nei prossimi numeri.

Laura Benfenati

Parliamone tra noi
La guerra
dei dieci anni

Da due lustri medici e farmacisti polemizzano attorno al generico e alla sua dispensazione. Oggi più che mai, con la farmacia dei servizi che incalza, è auspicabile che tra le due professioni torni il sereno

Parliamone per lettera
Zavorre d’Italia?

“Il punto non sono Catricalà e la Grande distribuzione, ma il fatto che stiamo creando un sistema supersaturo, nel quale 70.000 farmacisti trovano sempre più difficoltà a inserirsi in un mercato che non offre molte alternative, se non un posticino di collaboratore a chi riesce a trovarlo”

Dal mondo

  • BIOETICA: UNA REVISIONE ATTESA
    In Francia si attende il testo che potrà autorizzare la vitrificazione degli ovociti.
  • ARRIVA LA DROGA DIGITALE
    Paradisi artificiali scaricabili in formato mp3: questa è la promessa dei nuovi farmaci in formato digitale.
  • CAMPAGNA DI SOLIDARIETÀ PER IL DOLORE DEGLI ALTRI
    Ogni giorno muoiono ottomila persone nel mondo colpite da malattie che, nella maggior parte dei casi, potrebbero essere risolte.
  • I GIGANTI DEL FUMO CHIEDONO REGOLE MENO RIGIDE
    La vendita di sigarette nelle Nazioni in via di sviluppo sta diventando sempre più importante per le holding del tabacco.
  • BEVACIZUMAB COSTA TROPPO
    Il National institute for health and clinical excellence ha deciso che bevacizumab non sia rimborsabile dal Servizio sanitario nazionale.
  • PILLOLA DEL QUINTO GIORNO SU INTERNET
    È arrivata la discussa pillola del quinto giorno, in commercio negli Stati Uniti anche su internet.

Primo piano intervista
Alfredo Orlandi

Il presidente del Sunifar, Alfredo Orlandi, ci racconta che i criteri di ruralità devono essere completamente rivisti, all’insegna della solidarietà di categoria

Primo piano attualità
Prospettiva biotec

Un convegno sui biosimilari organizzato a Milano dal Sole 24 Ore. Il difficile equilibrio tra innovazione e sostenibilità nella gestione di farmaci ad alto contenuto tecnologico

Primo piano professione
Il modello umbro

A metà del 2009 le rappresentanze regionali di farmacisti e medici di famiglia hanno stretto un accordo per rendere più proficui i loro rapporti. E ora attendono il supporto delle istituzioni

Primo piano gestione
Il lavoro
di squadra

Nessuno di noi è così bravo quanto possiamo esserlo tutti insieme. Il team è la chiave del successo per l’attività

Primo piano attualità
Le regole
del Belpaese

A colloquio con Roger Abravanel, consulente di fama mondiale, che nel suo ultimo libro analizza il nostro sistema sanitario e, in particolare, il settore farmaceutico

Primo piano medicina
Taglio
del nastro

La gravidanza e il parto sono eventi naturali, anche se a volte possono subentrare complicazioni. In alcuni casi si ricorre al cesareo, ma non sempre questo avviene solo su indicazione medica

Primo piano veterinaria
Un confine
ormai abbattuto

Osteoartrite o artrosi? Difficile stabilire una divisione netta tra le due forme che colpiscono gli arti dei piccoli animali da compagnia. Nuove prospettive terapeutiche sono utili a frenare la degenerazione

Primo piano omeopatia
Arriva
l’influenza

Sempre più frequente il ricorso degli italiani alle medicine naturali che si prestano, per la maneggevolezza e il riscontro obiettivo dell’efficacia clinica, al fai da te del paziente e al consiglio del farmacista al banco

Primo piano cosmesi
Un’ottima
annata

La farmacia si è confermata anche nel 2010 il canale di vendita più vivace per i prodotti di bellezza. Specializzazione, qualità della consulenza, efficacia dei servizi e disponibilità all’innovazione le chiavi per crescere ancora

Primo piano fiscale
Rinfreschiamoci
la memoria

Una buona gestione della privacy permette al farmacista di essere tranquillo di avere agito nei termini imposti dalla legge, lo gratifica professionalmente, per la garanzia di correttezza offerta alla propria clientela e gli giova commercialmente, per il ritorno in termini di immagin

Primo piano nutrizione
La rivoluzione
alimentare

Salvare il pianeta? È possibile, ma prima delle strategie globali occorre cambiare le abitudini individuali, a partire dal cibo. Secondo International forum on food and nutrition a Milano

Dai palazzi
Boehringer Ingelheim,
cambio al vertice

Enrique Manzoni è il nuovo presidente di Boehringer Ingelheim Italia.

Spigolature
Tutti i segreti
di una sana alimentazione

Educare i giovani pazienti affetti da diabete di tipo 1 a gestire la propria condizione in modo piacevole e divertente, iniziando da una corretta alimentazione.

Tra le righe

  • La salute della donna.
    Un approccio di genere

    A cura di Flavia Franconi
    FrancoAngeli, 2010
  • Scritti diversi
    Gerardo Leonardis
    Edizioni del Convento, 2010
  • Omeopatia e prescrizione in farmacia
    Michèle Boiron, François Roux
    Tecniche Nuove, 2010

Farmanews
Pentrassina lunga
nella fibrosi cistica

Per curare la fibrosi cistica, malattia genetica molto complessa, si stanno muovendo ingenti risorse...

Iniziative
Una scelta
vincente

Nelle farmacie di Cremona informazione e prevenzione del tumore al seno

Come eravamo
Gli anni Quaranta

Dagli antibiotici al cortisone, il decennio sconvolto dalla guerra è foriero almeno di grandi scoperte farmacologiche. Destinate a durare nel tempo

Lavori in corso

  • P2 PASSARELLA
    P2 Passarella, azienda leader nel campo della progettazione e dell’arredamento per farmacie, presente sul mercato estero con strutture operative in Francia, Svizzera e Grecia, al fine di poter far fronte alle nuove prospettive del mercato e, nel contempo, meglio soddisfare le necessità di una clientela sempre più esigente, presenta nel 2011 importanti novità.
  • STUDIO ALFONSO MALIGNO
    Negli ultimi vent’anni i consumi delle famiglie italiane si sono modificati radicalmente: se prima buona parte della spesa era dedicata ai beni di largo consumo, ora l’incidenza è scesa a favore di altri consumi, che comprendono spese inderogabili o legate alla salute e all’istruzione, seguite dalla spesa per il tempo libero, la cura della persona e lo sport.

Aziende
Partnership
totale

Corman lancia un progetto dedicato alle farmacie italiane che vogliono puntare ad aumentare la redditività attraverso la crescita del reparto sanitari

Consigli per le vendite
Pidocchi
nel mirino

L’infestazione dei conosciuti parassiti non conosce limiti stagionali ed è diffusa tutto l’anno. Per questo è meglio prevenire l’attacco, per evitare il contagio in famiglia e fuori

Farmacinema
Il conte Max

Bella commedia del 1957 con Alberto Sordi e Vittorio De Sica. Un giovane si finge nobile per entrare nell’alta società ma alla fine si innamora di una ragazza della sua estrazione sociale