Punto Effe 16 - 28 ottobre 2010


Condividi su:

In questo numero:

Editoriale
Oneri e onori

Un tempismo perfetto. I decreti attuativi sui servizi in farmacia sono stati divulgati dal Ministero contemporaneamente all’annuale indagine di Altroconsumo sui prezzi dei farmaci, che conclude, come di consueto, chiedendo maggiori liberalizzazioni a vantaggio del consumatore, prima tra tutte l’uscita della fascia C dal canale farmacia. L’inchiesta (Un mercato bugiardino, Test salute dell’8 ottobre 2010), condotta su 111 farmacie, 17 parafarmacie e 16 ipermercati, spiega che la liberalizzazione ha fatto bene, perché i prezzi dei farmaci senza obbligo di prescrizione sono cresciuti negli ultimi cinque anni soltanto del 3,4 per cento. Si è verificato però che «uno stesso farmaco può costare il 70 per cento in più cambiando negozio» - ma non hanno voluto loro il libero mercato? - e che il luogo in cui conviene comprare di più i medicinali è l’ipermercato.
A questo proposito vi consigliamo la lettura del bell’articolo in cui si racconta invece che, in tempi di crisi, i cittadini ricominciano ad apprezzare i piccoli negozi sotto casa.
Tornando all’inchiesta di Altroconsumo, si conclude che «se in parafarmacia e Gdo approdassero i farmaci vendibili con ricetta (sempre sotto la vigilanza di un farmacista), il vantaggio sarebbe duplice: le farmacie sarebbero costrette a combattere la concorrenza abbassando i prezzi».
Tralasciando - si fa per dire - il dettaglio non irrilevante che questi medicinali hanno prezzo unico su tutto il territorio nazionale e non scontabile, non abbiamo ancora incontrato una sola persona, tra i sostenitori di questa ulteriore liberalizzazione, che ci abbia spiegato in che modo l’uscita della fascia C non smantellerebbe l’attuale sistema farmacia.
Se puoi dispensare una benzodiazepina o una pillola anticoncezionale, farmacista nella Gdo o nella parafarmacia, vogliamo negarti una ricetta bianca con una prescrizione di amoxicillina a carico del paziente? Certo che no.
Fuori tutto, dunque, un po’ alla volta. Rimarrebbero alle farmacie i farmaci dispensabili in regime di Ssn – almeno in un primo momento - la gestione di infermieri e fisioterapisti, l’assistenza domiciliare, il Cup, il ritiro dei ticket, la raccolta del consenso per la privacy, le misure di sicurezza per la protezione dei dati, l’archivio dedicato a conservare i referti in formato cartaceo, la pluricitata, nei decreti, “responsabilità” del titolare di farmacia di tutte queste nuove attività.
Intendiamoci, i servizi sono un passo fondamentale nel processo di ulteriore riconoscimento della farmacia come presidio dell’Ssn fondamentale sul territorio. Però «Il titolare di farmacia», come ci ricorda l’avvocato Bruno Riccardo Nicoloso nel suo bellissimo libro “Il sistema farmacia”, appena pubblicato, «esercita la professione attraverso l’impresa commerciale finalizzata al servizio pubblico e sociale garantito dalla Costituzione a tutela della qualità e della dignità della vita quale diritto “fondamentale” di libertà».
L’impresa è indispensabile per il buon funzionamento del presidio sanitario, cerchiamo di non essere ipocriti.
L’inchiesta di Altroconsumo conclude invece così, con una vena di ironia, a proposito di cartelli e volantini con le promozioni del mese: «Il marketing si fa breccia anche nella vetrina della salute, ma questa è pura logica commerciale che non c’entra con la trasparenza».
L’impresa farmacia, in mano a 17.000 professionisti e piccoli imprenditori, anche con il marketing – coerente con l’immagine del presidio della salute, non da Gdo - e le fidelity card che aiutino a fornire servizi mirati più che sconti e premi inopportuni, certo con la fascia C e con la pianta organica che assicura un bacino di utenza, ha garantito finora un servizio eccellente a vantaggio prima di tutto dei consumatori.
E naturalmente anche della parte pubblica, oggi con i servizi ancora di più.

Laura Benfenati

Parliamone tra noi
Un marketing
mirato

In un mercato in cui l’offerta supera la domanda, è indispensabile migliorare la relazione con il cliente puntando a una fedeltà cognitiva e a promozioni personalizzate. Uno studio dell’università di Parma sul Customer relationship management in farmacia

Parliamone interventi
E brava
presidente

Dopo vent’anni di inutili tentativi, Federfarma è riuscita finalmente a cambiare strada. Ora, dopo la rielezione di Annarosa Racca, il sindacato deve affrontare nuove sfide

Parliamone per lettera
Più Unico che raro

“Preoccupante è quando si sostiene che la ripartizione dei sacrifici era più equa prima dell’emendamento e che il 3,65 ridotto all’1,82 è andato a vantaggio soltanto della farmacia e non della distribuzione intermedia”

Primo piano intervista
Patrick Alès

A colloquio con Patrick Alès, fondatore dell’omonimo gruppo cosmetico. Una vita in prima linea e ancora tanta voglia di combattere per le proprie idee. Un consiglio alle aziende? Siate oneste

Primo piano attualità
Pronti, via

L’attività di infermieri e fisioterapisti, il Cup e le prestazioni diagnostico-strumentali: ecco, finalmente, le bozze dei decreti attuativi sui nuovi servizi in farmacia

Primo piano regionando
Buoni e cattivi

In vista della partita con le Regioni su federalismo fiscale e costi standard, la bozza sul benchmarking messa a punto dal governo disegna situazioni da scuola media

Primo piano convegni
Professionisti sì
ma anche imprenditori

Le due anime del farmacista convivono, ma lo spazio farmacia e i modelli di vendita vanno ripensati. Stimolare nuovi comportamenti di acquisto non è più facoltativo. Se ne è discusso ad Assisi al convegno annuale organizzato da Fidelity Salus

Primo piano mercato
Un’etica
del consumo

Come cambia il commercio al dettaglio in tempi di crisi. Mutamenti in atto e ritorni al passato al centro di un convegno milanese di TradeLab

Progetto consiglio
A viso
aperto

Dall’adolescenza all’età matura, l’acne condiziona negativamente la percezione di sé e il proprio modo di relazionarsi con gli altri. Parliamo di cause, manifestazioni e possibili terapie

Progetto consiglio
Dottore
ho i foruncoli

L’eccesso di sebo costituisce per la pelle una preziosa protezione, ma in presenza di un’eccessiva produzione, la proliferazione batterica aumenta e si sviluppa l’acne

Primo piano omeopatia
Rimedi per i mali
di stagione

Per scoprire disordini di conduzione a carico delle fibre nervose, che sono alla base delle miopatie più diffuse, ecco la rassegna degli esami bioumorali e strumentali specifici utili alla diagnosi

Primo piano veterinaria
Una castagna
esplosiva

Piccola, quasi insignificante, la prostata è tanto preziosa nella funzione riproduttiva, quanto responsabile di disagi e dolore se vittima di processi patologici. Le malattie che la colpiscono, un tempo sconosciute, sono ora oggetto di diagnosi sempre più frequenti

Primo piano legale
Unicuique
suum?

La Fofi si oppone alle osservazioni dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato sul Disegno di legge Fleres che mette in stand-by le parafarmacie

Primo piano fiscale
Figaro tuttofare

Riprendiamo il discorso iniziato quindici giorni fa sui servizi erogati in farmacia, esaminandone nel dettaglio i profili Iva

Farmanews
Il nuovo vaccino
intramedico

Reduci da una stagione passata critica, quest’anno si impone ancora di più la necessità di ribadire l’importanza della vaccinazione influenzale.

Iniziative
Come cambia
la professione

Presentato a Roma un manuale rivolto ai farmacisti del Ssn, frutto della collaborazione tra Ministero, Fofi e Sifo. Collegato, un corso di Formazione a distanza

Dai palazzi
Campagna Fofi
sulla vaccinazione

La Federazione degli ordini partecipa attivamente all’avvio della nuova stagione dei vaccini antinfluenzali, seguito alla comunicazione ufficiale giunta dal Ministero.

Spigolature
La scienza
si impara cucinando

Èpartito da qualche settimana al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano il nuovo laboratorio interattivo dedicato all’alimentazione e realizzato con la collaborazione di Johnson & Johnson.

Consigli per le vendite
Siero di bellezza

Arriva dall’Inghilterra, è il nuovo Serum 7, formulato dagli autorevoli Boots Laboratories, che da oltre 160 anni studiano e sperimentano prodotti per la salute e la bellezza della pelle

Farmacisti di carta
Dopo lunga
e penosa malattia

Un medico di paese si improvvisa detective per indagare sulla morte sospetta di un vecchio compagno di svaghi. Un giallo firmato da Andrea Vitali, un nuovo capitolo della sua “commedia umana”