Punto Effe 11 - 24 giugno 2010


Condividi su:

In questo numero:

Editoriale
Schianto

Chi fa lanci con il paracadute sa bene che ci sono regole di sicurezza precise che mai e poi mai devono essere sottovalutate. Si esce dall’aereo magari a 4.000 metri ma a 800 il paracadute principale deve essere sempre aperto perché, se qualcosa andasse storto, si deve avere il tempo per azionare l’emergenza, cioè la seconda vela. A volte però ci si perde un po’, si gira qua e là per il cielo con gli amici facendo cerchi e stelle in aria, e non ci si accorge che i secondi passano e si rischia di fare qualche sciocchezza. La maggior parte dei paracadutisti è quindi dotata di un altimetro sonoro, che segnala, con un “bip bip” nell’orecchio, quando è ora di mettere fine alla caduta libera.
Che era il momento di aprire il paracadute i titolari di farmacia lo sapevano da tempo, almeno da un anno. I “bip bip” si sono ripetuti all’infinito, a cominciare dal dietro le quinte dell’assemblea di Farmindustria a L’Aquila, nel luglio dello scorso anno, quando già si sentiva parlare dell’ulteriore taglio del tre per cento ai margini della distribuzione. Sono poi proseguiti assordanti nei mesi successivi, fino alle dichiarazioni del ministro Fazio sia in occasione della presentazione dell’indagine sugli anziani e la farmacia al Nobile Collegio (vedi Punto Effe del 6 maggio) sia alla recente assemblea Adf (Punto Effe del 27 maggio).
Che dire? Di tutto ciò vi abbiamo sempre tenuti informati, così come dell’urgenza di un cambio di sistema di remunerazione, per avere ampi spazi di manovra nella contrattazione, che inevitabilmente si perdono man mano che i margini subiscono tagli. Su Farma 7 del 31 ottobre 2009 si leggeva: «A seguito di vari interventi effettuati da Federfarma nelle diverse sedi istituzionali, sembra oggi sventata l’introduzione di una misura di contenimento della spesa farmaceutica che avrebbe avuto gravissime ripercussioni sulla farmacia…
È urgente individuare una nuova forma di remunerazione della farmacia che le garantisca la certezza di disporre delle risorse necessarie per programmare la propria attività e garantire un servizio farmaceutico efficiente». Il resto è storia recente - e sono passati sette mesi sette da quell’editoriale - ed è uno schianto di proporzioni colossali, con oltre 33.000 euro di margine in meno per una farmacia di 1.500.000 euro di fatturato (vedi l’articolo Come da copione a pagina 4) che non si sommeranno algebricamente, ma quasi, ai 108.000 euro di “perdite cumulate inerziali” previste per i prossimi cinque anni con l’abbassamento fisiologico dei prezzi di tutti i farmaci (vedi Punto Effe del 10 giugno a pagina 39). Ci auguriamo che a questo punto ci sia ancora il tempo per azionare il paracadute di emergenza, nei giorni che precedono la conversione del decreto in legge, ma temiamo sia troppo tardi. In caduta libera, in questo momento, è rimasto solo il reddito delle farmacie.

Laura Benfenati

Parliamone tra noi
Come da copione

L’avevamo profetizzato lo scorso novembre: il taglio “irricevibile” dei margini l’abbiamo ricevuto. Ecco le principali misure a danno della farmacia contenute nel Decreto legge appena approvato

Parliamone per lettera
Spazi di manovra

“Forse qualcuno crede che questo 3,65 per cento ricadrà sul grossista; niente di più sbagliato, i grossisti già non hanno più margine operativo da molti anni. Per quanto mi riguarda, con questa manovra l’utile netto della farmacia si contrarrà del 44 per cento

Primo piano interventi
Fuori dal sindacato

“Sarei disposto a versare anche il quadruplo per un’Organizzazione che tuteli l’orgoglio della mia attività professionale; che ogni anno tratti con lo Stato il miglioramento della remunerazione per il servizio svolto per conto del Ssn; che ogni triennio proponga un miglioramento dell’Accordo nazionale triennale con la Conferenza Stato-Regioni”

Primo piano interventi
L’urlo degli extraurbani

I rischi connessi alla proposta di quorum unico a 4.000 contenuta nel Disegno di legge Gasparri-Tomassini. Soluzione che avrebbe forti ripercussioni su molti titolari

Primo piano intervista
Nicola Piovani

Ha composto musiche per Fellini, i Taviani, Moretti e Tornatore, e collaborato con De André. Nicola Piovani racconta l’amore per il cinema e il rapporto privilegiato con un regista-poeta: Roberto Benigni

Primo piano attualità
Il reddito
in caduta libera
dell’impresa farmacia

Lodevole iniziativa di Federfarma Lazio: sotto la lente di ingrandimento, grazie a una ricerca conoscitiva commissionata all’università La Sapienza, l’andamento economico delle farmacie della Regione. E qualche giorno dopo la presentazione dei preoccupanti dati emersi dall’indagine, è arrivata la stangata estiva

Primo piano professione
Nu granne Paese

Un viaggio a Boston e dintorni alla scoperta della farmacia a stelle e strisce. Un sistema all’insegna della deregulation e del consumismo senza freni

Regionando
Diabete
“sotto controllo”

Dal Lazio, una delle quattro Regioni che devono presentare un piano di rientro dal deficit, un esempio di gestione virtuosa delle risorse pubbliche imperniata sulle farmacie del territorio

Primo piano gestione
Swot analysis

Ovvero fare parlare, discutere e lavorare titolari e collaboratori sugli aspetti cruciali della professione. Passato, presente e futuro della farmacia visti dal di dentro

Progetto extrafarmaco
Integratori
per la vista

Un settore in fase di espansione costante, nell’ultimo triennio, soprattutto se si considerano i prodotti solo notificati piuttosto che quelli registrati. Nonostante l’intero comparto abbia subìto un netto aumento dei prezzi, la varietà di referenze è in grado di soddisfare tutte le tasche

Progetto extrafarmaco
A me gli occhi

Il benessere della vista può essere mantenuto con approcci diversi e specifici in base al fastidio lamentato. I più frequenti consigli richiesti dai clienti in farmacia riguardano la secchezza oculare e la degenerazione maculare senile

Progetto extrafarmaco
Tutto in due ripiani

Un minimo ingombro alle spalle del farmacista, ma tanta visibilità. Attraverso animazione e consigli specifici si riesce a realizzare, a fianco della vendita stagionale, un movimento

Primo piano medicina
Un cuore
diverso

Nell’Unione europea le malattie cardiovascolari colpiscono più le donne degli uomini, e si manifestano con modalità differenti. Eppure la ricerca continua a prevedere in prevalenza studi e analisi su individui di sesso maschile. Un limite che ora gli organismi più importanti in Europa vogliono colmare

Primo piano veterianaria
Vacanze con gli amici
a quattro zampe

Con l’arrivo della bella stagione, iniziano i week end fuori porta e si intensifica la frequenza dei viaggi lontano da casa. Quali sono le alternative per gli animali da compagnia? Ecco un piccolo vademecum

Primo piano cosmesi
Tempi
moderni

In una farmacia intesa come presidio del benessere globale, i cosmetici svolgono un ruolo da protagonisti. Una recente indagine voluta dalle aziende produttrici per orientarsi nel consumo di questi prodotti

Primo piano convegni
La nutrizione
pratica a Milano

La comunità scientifica internazionale è ormai concorde sul fatto che l’alimentazione e lo stile di vita siano alla base della genesi di molte malattie. Questo il tema affrontato nel convegno NutriMi

Primo piano informatica
A prova
di crash

Il sistema informatico di cui si avvale oggi una farmacia è di importanza vitale per lo svolgimento di tutte le attività. Dedichiamo energie e risorse alla sua progettazione

Primo piano legale
Jus dieci

La riforma delle scuole di specializzazione quale presupposto culturale per la rinascita della farmacia

Primo piano fiscale
È bene arrivare
preparati

Il punto sulla recente evoluzione giurisprudenziale degli Studi di settore. E qualche consiglio per spiegare, di fronte all’Amministrazione Finanziaria, un’eventuale situazione di “non congruità” della propria farmacia

Farmanews
Morbo di Crohn
nuove speranze

I risultati dello studio Sonic sull’efficacia dei farmaci biologici. La capacità di agire non solo sui sintomi ma anche sulla progressione della malattia

Dai palazzi
Progetto Parkinson in Africa

Promossa dalla Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson, l’iniziativa prevede l’individuazione, il monitoraggio e il trattamento della popolazione dell’Africa sub-sahariana affetta dalla malattia, oltre alla formazione dei medici locali....

Spigolature
Un binomio vitale

Ogni anno in Italia nascono circa 400 bambini con un difetto del tubo neurale e la motivazione è di tipo culturale: le donne in età fertile non hanno l’abitudine di integrare la dieta con acido folico...

Lavori in corso

  • STUDIO ALFONSO MALIGNO
    La farmacia, oggi, è protagonista di un profondo processo di trasformazione, che coinvolge in primo luogo il contesto d’acquisto...
  • TECNILAB SPA
    Grazie a EvoTec, l’ultima macchina che è stata presentata in occasione di Cosmofarma, Tecnilab ora possiede una gamma completa di sistemi di automazione in grado di poter soddisfare tutte le esigenze dei propri clienti...

Iniziative
Educare all’alcol
con la musica

A Verona Federfarma organizza una manifestazione dedicata ai giovanissimi, contro le sostanze di abuso. Preoccupanti le statistiche in Veneto

Di buona famiglia
Di antiche origini

Storia di una famiglia piacentina che dalla fine del Cinquecento lega il suo nome alla professione di speziale. E di una farmacia che, nella sede attuale, compie 220 anni di vita

Consigli per le vendite
Dormire diventa
naturale

Quando addormentarsi risulta difficile sorgono problemi di deficit di attenzione e stanchezza residua diurna. Un aiuto naturale per migliorare la qualità del sonno, dalle prime fasi per tutta la notte

Farmacinema
Gli occhiali d’oro

Una pellicola del 1987 firmata da Giuliano Montaldo e interpretata da Philippe Noiret. Storia di un medico di altri tempi nella Ferrara provinciale e bigotta di fine anni Trenta, mentre incombono le leggi razziali