Punto Effe 04 - 11 marzo 2010


Condividi su:

In questo numero:

Editoriale
Il vostro editoriale

Finalmente. Nel nostro forum un intervento di Renzo Mori sull’onorario professionale ha scatenato il finimondo. Stavamo per l’appunto chiedendoci, con alcuni amici farmacisti attenti e informati, quando i titolari di farmacia avrebbero cominciato a dire la loro su un cambiamento - che ormai pare ineluttabile - di portata straordinaria. Leggete l’articolo a pagina 4, dove si racconta cosa è successo negli altri Paesi.
Sì, va bene, i titolari sono tradizionalisti, sommersi dalla burocrazia e dall’impegnativo lavorativo quotidiano, certo molto attenti a quello che succede intorno alla loro farmacia, molto meno a quello che accade solo un pochino più in là. Tutto questo però non giustifica il silenzio sul cambio di sistema di retribuzione, è inconcepibile che non se ne discuta. Nel thread “L’uovo di Colombo” i titolari hanno cominciato a farsi sentire e ad alcuni di loro vogliamo lasciare lo spazio di questo editoriale. Aspettando anche i commenti di tanti altri. Sul nostro forum trovate un nuovo thread “Remunerazione a prestazione: i vostri contributi”. Entrate nei dettagli, spiegate, raccontate, dite la vostra. Fate proposte concrete in base alla vostra esperienza, che vale certo più di mille teorie.

Dal Forum. Chiediamo anche noi di essere pagati a quota capitaria. (R. Mori)

Se il fine è quello di ridurre ulteriormente il guadagno del farmacista chiamandolo “onorario”, ma lasciando invariati i costi di gestione aziendali, anzi incrementandoli, il risultato sarà un depauperamento del numero delle farmacie rurali e una riduzione di personale in quelle urbane. Se dovessero decidere di pagarci con uno stipendio, voglio che sia per ore lavorate e non “a scatoletta” consegnata; con tanto di contributi e ferie pagate. (R. Siniscalchi)

Perché non considerare veramente di diventare stipendiati dello Stato per quanto riguarda il Ssn, ovviamente con i farmaci non più acquistati da noi ma dalle Regioni e quindi senza nostro impegno di capitale che non sia per i locali, i mobili, le attrezzature e i prodotti che decidiamo di dispensare al di fuori del Ssn? (M. Guerra)

Il “però” nasce soprattutto dalle differenze immense che vi sono da farmacia a farmacia. Non possiamo “accaparrarci” i pazienti, il fatturato varia molto da una realtà all’altra, i servizi pure, i dipendenti idem. Dunque un bel macello riuscire a parametrare il tutto in uno stipendio adeguato per il titolare, anche per mandare avanti l’azienda e rinnovarla. Chi paga i collaboratori? Il titolare non più, se i guadagni non lo permettono, dunque ci pensa l’Asl? Dubito, nel senso che funzionerebbe come a livello della sanità pubblica, dove si taglia senza pensare ai disagi e disservizi. È tanto tempo che sento parlare di remunerazione mista, Dr. Racca, cosa ne pensa? Quanto chiederebbe? Soprattutto, se mi permette, COSA chiederebbe? Uno studio sulle reali esigenze di guadagno di una farmacia per sopravvivere, legato ai servizi e alla remunerazione professionale o mista, esiste? (C. Lazzeri)

La proposta di compensare il farmacista a quota capitaria annua presenta spunti di interesse. Non saremmo più schiacciati, noi vasi di coccio, tra i vasi di ferro di Asl e Regione, esisterebbe un limite massimo di assistiti come per il medico e che potrebbe coincidere con quello degli abitanti previsti dalla pianta organica. Eventuali esuberi, dettati dalla libertà dell’assistito di rivolgersi a qualunque farmacia, verrebbero riconosciuti dal Ssn con una retribuzione sensibilmente inferiore, ponendo così termine agli infiniti ricorsi che di fatto paralizzano l’apertura di nuove sedi farmaceutiche. (M. Bisozzi)

 

Parliamone tra noi
Un camice
troppo stretto

Questo sta diventando ormai la remunerazione a margine, che rischia di soffocare l’impresa farmacia. Siamo andati a vedere come sono retribuiti i farmacisti in Francia, Olanda, Germania e Svizzera

Parliamone per lettera
Meglio soli o male
accompagnati?

  • Meglio soli o male accompagnati?
  • Lettera al Consiglio direttivo Enpaf
  • Il dibattito sulla retribuzione

Primo piano intervista
Vittorio Feltri

Giornalista di lungo corso e gran polemista, Vittorio Feltri parla a ruota libera di editoria, politica, società, ma soprattutto di un mestiere fatto con passione. E in farmacia? Si sente come a casa sua

Primo piano mercato
Numeri incoraggianti

Prodotti di bellezza, per l’infanzia, fitoterapia: concludiamo l’analisi iniziata quindici giorni fa relativa all’andamento del mercato in farmacia nel 2009

Primo piano regionando
Permette,
governatore

In previsione delle prossime elezioni fervono i contatti tra le Federfarma regionali e i candidati dei vari schieramenti. Panoramica da nord a sud sugli argomenti più sentiti dalla categoria

Primo piano attualità
Cresce il mercato
dei nutraceutici

Al primo congresso nazionale organizzato dalla Sinut si discute sul ruolo di un settore, quello dei prodotti salutistici, in netta espansione. Tra le evidenze scientifiche della loro efficacia e le difficoltà regolatorie per garantire un’applicazione chiara delle norme comunitarie

Primo piano aggiornamento
Carie, le nuove linee
guida

Abituare i bambini ai giusti comportamenti alimentari e di igiene ed eseguire la corretta fluoroprofilassi favorisce la crescita di denti sani. Per gli adulti il monito è correggere la dieta

Primo piano farmacologia
Anticoagulanti
innovativi

Un panorama variegato quello dei farmaci che limitano la coagulazione del sangue. Non più solo eparine e dicumarolici: negli ultimi decenni il prontuario si è arricchito di nuovi principi attivi, che costituiscono, a volte, una vera e propria novità terapeutica

Primo piano check up
Esami sulla funzionalità
dell’apparato respiratorio

Una trattazione suddivisa in due capitoli riguardo agli accertamenti da effettuarsi in caso di sospetta patologia polmonare
 

Primo piano informatica
Produrre
risparmio

Dalla ricetta elettronica - in arrivo, pare, entro il 2013 - a confezioni più “intelligenti”. Alcune proposte strategiche e di razionalizzazione che concorrerebbero a restituire tranquillità al nostro settore

Primo piano legale
Ad usum delphini

Mentre il Giudice sta ancora valutando se la Legge regionale della Toscana (36/2007) sulle proiezioni farmaceutiche abbia travalicato la sua competenza legislativa, la Regione calca la mano con una nuova norma e un atto amministrativo ad hoc

Primo piano fiscale
Thriller

Prendendo spunto dal caso di uno sfortunato contribuente, abbiamo provato a seguire i ragionamenti dell’Agenzia delle Entrate in merito alla detraibilità delle spese sanitarie. Ne è uscita una trama degna di Hitchcock

Spazio Verde
Chimica e biologia
degli oli essenziali

La caratteristiche scientifiche di queste sostanze e il dettaglio dei loro meccanismi di azione. Se assorbite in elevate quantità, non mancano i pericoli per la salute

Iniziative
A scuola
in farmacia

Le quinte elementari a lezione di fitoterapia? Succede a Cassino, dove si insegna come da una pianta medicinale possa nascere un farmaco

Dai palazzi
Gli Osp2 esitabili in farmacia

Dal 16 febbraio scorso è in vigore una determinazione Aifa di notevole rilievo, che riguarda i farmaci ospedalieri...

Spigolature
A Firenze V Convegno Siomi

Le malattie croniche costituiscono uno degli aspetti più importanti della sanità del nostro tempo....

Lavori in corso

  • PRHOMO
    Pharmadist Spin di Prhomo risponde perfettamente alle esigenze delle farmacie moderne, che vogliono distribuire in modalità self service parafarmaci e articoli sanitari...
  • PHARMATHEK
    Il caricamento completamente automatico dei magazzini robotizzati PTK di Pharmathek è una delle caratteristiche più apprezzabili da parte del farmacista....

Dalle aziende
Omega-3: essenziali
come le vitamine

Oggi si parla degli acidi grassi omega-3 come se fossero sostanze indispensabili, essenziali, sostanze che tutti dovrebbero assumere. Sembrerebbe di assistere alla valorizzazione di una nuova preziosa “vitamina”...

Dalle aziende
Consumi in farmacia:
occasioni mancate di
meraviglia e sorpresa

Contaminazione, fusion, mix and match: i termini coniati per indicare i fenomeni in atto sono tanti, ma il trend è inequivocabile. I comportamenti d’acquisto sono sempre di più all’insegna della combinazione tra esperienza, gratificazione personale ed esplorazione ludica

Consigli per le vendite
Equilibrio in simbiosi

Fermenti lattici e fibra di psyllium uniti per migliorare la funzionalità dell’ecosistema intestinale e combatterne i classici e fastidiosi disordini, che non sono limitati alla sindrome di influenza intestinale

Farmacinema
L’orgoglio
degli Amberson

Nel 1942, mentre in Europa imperversa la guerra, Orson Welles firma uno dei suoi capolavori. Un affresco della società americana molto amato anche da Fellini