Punto Effe 13 - 17 settembre 2009

Editoriale
È servizio non poter sostituire un generico?

Breve aneddoto post estivo: le collaboratrici di una farmacia mostrano al titolare il grande pacco di ricette spedite nella mattinata, ironizzando sul suo guadagno. ll titolare le sfoglia attentamente, sorride ed esclama: «Pari a quello di sei solari».
Altro aneddoto, altra farmacia: un titolare perde venti minuti venti per una prenotazione Cup, che la sua Asl gli paga un euro e cinquanta. Il cliente che ha di fronte è imbarazzato e quando scopre l’importo della remunerazione del farmacista per questo servizio esclama: «Una vergogna» ed esce scusandosi per il disturbo e assicurando che la prossima volta andrà alla Asl.
Sono molti quelli che si riempiono la bocca con la parola “servizio” e sparano su tutto quello che non è medicinale e che allontanerebbe la farmacia dall’immagine di presidio del Servizio sanitario sul territorio. Tutto quello che non è farmaco, invece, sarà sempre più determinante per la sopravvivenza di quei presidi.
Lo Stato chiede sempre di più e paga sempre meno, non è una novità. Il valore delle ricette scende, il tempo per spedirle, e quindi i costi di gestione dell’azienda, aumentano. E si ripresenta pure l’ipotesi, inaccettabile, di non poter più sostituire i generici. Nell’intervista pubblicata sul numero 10, il presidente di Assogenerici, Giorgio Foresti, ha pronunciato una frase che ha destato non poche perplessità tra i farmacisti: «Oggi la sostituibilità è possibile solo in senso verticale, non orizzontale. Si può cioè sostituire un farmaco brand con uno generico tutte le volte che esiste un differenziale di prezzo ma non si può sostituire un generico con un altro generico, perché hanno tutti lo stesso prezzo. Quando sulla ricetta c’è scritto “nimesulide x”, il farmacista non può consegnare “nimesulide y”». Negli stessi giorni di giugno una notizia dell’Agenzia di stampa Agi riferiva che «Il viceministro Fazio sarebbe pronto a limitare la libertà dei farmacisti di sostituire un generico con un altro». Per quale motivo, di grazia? Stiamo parlando di generici, di equivalenti per definizione.
Qualora passasse questa ulteriore restrizione alla libertà di svolgere in modo adeguato la propria professione, il farmacista si troverebbe spalle al muro e avrebbe poche scelte. La prima, chiedere al prescrittore la marca di generico che più gli piace, ammesso che i medici nei paraggi siano pochi e disponibili (passi nel piccolo paese, ma in città?); la seconda, ordinare il generico al grossista e fare ritornare il cliente; la terza riempirsi il magazzino di tutti i generici di tutte le marche. Immagino che la maggior parte dei titolari, non avendo volontà suicide – chi si può permettere, di questi tempi, un magazzino pesante? – opterà per la seconda ipotesi, con immensa gioia dei clienti costretti a tornare. Riusciremo a perdere, in autunno, anche la battaglia della sostituibilità? Alla faccia del “servizio” che la farmacia dovrebbe garantire.

Laura Benfenati

 

Parliamone tra noi
Una farmacia
poco grigia e molto jazz

A Pisa un insolito, straordinario evento, in cui si è parlato di professionalità, innovazione, coraggio, solidarietà, leadership e ogni singolo valore è stato tradotto in musica. Perché la farmacia deve essere più rumorosa, coinvolgere i giovani e farsi sentire sempre di più

Parliamone tra noi
Vento di passioni

I farmacisti non possono più dirsi da soli che sono presidi del Servizio sanitario, lo deve dire l’Ssn. L’entusiasmo percepito a Farma in Jazz si deve tradurre in proposte concrete

Parliamone interventi
E la nave va

“Dall’assemblea parrebbe uscita una volontà condivisa di arrivare entro la fine dell’anno alla revisione dello Statuto di Federfarma. Il condizionale è d’obbligo”

Primo piano catene
Passo dopo passo

Abbiamo dato spazio, finora, alle aggregazioni di farmacie di carattere locale. A livello nazionale intanto Federfarma.Co vuole realizzare un’unica catena di almeno 3.500-4.000 farmacie. Procedendo per gradi e puntando su un coinvolgimento sempre maggiore delle cooperative

Primo piano intervista
Francesca Neri

Giovanissima ha lasciato Trento per Roma, dove ha trovato la consacrazione, passando per la Spagna. Oggi Francesca Neri è un’attrice internazionale e da qualche tempo anche una produttrice con il desiderio di lanciare nuovi talenti

Primo piano attualità
Uno sguardo
oltre confine

Panoramica sulla formazione universitaria e professionale del farmacista a varie latitudini del globo. L’impegno dell’Organizzazione mondiale della sanità per i Paesi che più necessitano di operatori sanitari

Primo piano professione
Nuovi orizzonti
per la terapia del dolore

L’Italia, come sappiamo, è stata per molto tempo il fanalino di coda d’Europa nel ricorso ai farmaci oppiodi per la cura del dolore. Un passo verso la semplificazione delle norme di dispensazione è stato fatto, anche se si aggiungono nuovi obblighi per il farmacista

Primo piano professione
Il visual
merchandising

Un linguaggio che parla al cliente per guidarlo all’acquisto. Il commesso invisibile capace di valorizzare l’assistenza: il distintivo della farmaci
 

Progetto consiglio
Intestino
in pausa

Sintomo occasionale che si manifesta quando si cambiano le abitudini alimentari, la stipsi può anche essere il campanello d’allarme del malfunzionamento dell’apparato gastrointestinale. Si può evitare modificando i comportamenti errati che favoriscono la pigrizia dell’alvo

Progetto consiglio
Dottore, mi
sento gonfio

Molte le manifestazioni dolorose legate all’irregolarità intestinale. E il cliente in farmacia evita di fare domande per imbarazzo e ricorre, spesso abusandone, ai lassativi. Discriminabili per situazione di utilizzo e indicazioni specifiche, che il farmacista può illustrare, rendendo il suo consiglio un servizio in più

Primo piano check-up
Analisi
dei sieri biologici

Molto si può scoprire attraverso la valutazione dell’espettorato, il tampone faringeo o quello vaginale. Così da individuare infezioni in atto e correre ai ripari

Primo piano extrafarmaco
Integratori
in corazzata

Un’armata che avanza, solida, quella che si impone con fermenti lattici, integratori energetici e per gli sportivi, ai primi posti nelle scelte degli italiani. E sembra non conoscere crisi

Primo piano legale
Il pozzo
di San Patrizio

C’è da augurarsi che il legislatore di casa nostra, nel varare la riforma... della riforma... della riforma di un sistema che ha retto per oltre un secolo, tenga conto del recente insegnamento della Corte di giustizia europea

Primo piano fiscale
Attenti all’Irap

Il punto su un’imposta che ha subito negli ultimi tempi numerose modifiche, con le conseguenti complicazioni contabili. Ma c’è anche una buona notizia: il recente decreto “anticrisi” ne prevede, in parte, il rimborso

Primo piano informatica
È sicuro
che si chiami così?

Le descrizioni in banca dati a volte presentano incongruenze perché i criteri adottati per l’inserimento dei prodotti non sono rigidamente standardizzati o rispettati

Dai palazzi
Ddl sulle farmacie
aquilane

Il senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri ha presentato un Disegno di legge recante “Disposizioni in materia di pianta organica delle farmacie nel comune di L’Aquila”...

Spigolature
A Brescia, al via
la Pharmaceutical Care

Aegate, azienda specializzata nelle comunicazioni per la salvaguardia dei pazienti, con il patrocinio delle associazioni locali di categoria, Fofi e Federfarma, ha avviato per la prima volta in Italia, nella provincia di Brescia, un progetto pilota denominato Pharmaceutical Care che coinvolge tutte le 320 farmacie del territorio...

Lavori in corso

  • ROWA
    La crisi economica ha diffuso un elevato senso di pessimismo, che sta caratterizzando anche il dibattito estivo. Non mancano le eccezioni, però...
  • SARTORETTO VERNA
    Un’idea forte. È questo il senso del lavoro per Sartoretto Verna, che ricerca attraverso sistemi modulari...

Di buona famiglia
Tra antico
e moderno

Come sede farmaceutica ha solo trent’anni ma subentrando due anni fa il nuovo titolare ha voluto puntare su un arredo ottocentesco. La farmacia Bagliani a Vercelli

Dalle aziende
L’aggiornamento
che fa la differenza

Da Teva, leader mondiale nel campo dei farmaci equivalenti, una newsletter dedicata a tutti coloro che operano nell’universo della salute
 

Dalle aziende
La farmacia
luogo di servizi

Anticipare i bisogni dei clienti e differenziare la proposta. Questi gli intenti della nuova realizzazione firmata Studio Alfonso Maligno. È la Pharmacie Le Forum, che ridefinisce l’ambiente d’acquisto secondo precise aspettative del cliente, dotandolo di nuove potenzialità

Come eravamo
I segreti
del mortaio

Uno strumento artigianale una volta di uso comune e oggi un po’ superato dagli utensili industriali. Eppure dietro di esso c’è una storia lunghissima

Consigli per le vendite
Giorni e notti
sereni

Dormire tranquilli è il primo passo per affrontare bene la giornata. Vemedia Pharma propone due integratori per favorire il riposo notturno e la piena attività giornaliera

Farmacisti di carta
Furore

Un rudimentale esempio di drug store anni Trenta lungo la mitica Route 66, percorsa da centinaia di migliaia di americani durante la Grande Depressione. Un classico della letteratura d’oltreoceano firmato da John Steinbeck